Startup: ‘Vinni pizza box’, arriva rivoluzionario contenitore per asporto

Startup: ‘Vinni pizza box’, arriva rivoluzionario contenitore per asporto

29 Maggio 2018

Roma, 29 mag. (Labitalia) – Con ‘Vinni pizza box’ sta per iniziare una nuova era per la pizza d’asporto. La startup, infatti, ha ideato un innovativo contenitore per la pizza a domicilio, per mantenerla calda e fragrante come al ristorante. Vinni è atterrata in questi giorni sulla piattaforma Eppela con una campagna di crowdfunding sponsorizzata da Nastro Azzurro: http://eppela.com/vinnipizzabox. L’obiettivo è quello di favorire il suo lancio ufficiale a livello nazionale: un evento in cui verrà presentato al pubblico, alle pizzerie e ai media e si festeggerà il suo ingresso sul mercato con tanta musica, birra e naturalmente ottima pizza.

L’innovativo contenitore brevettato è attualmente in fase di beta-test su due pizzerie, ‘IGPizza’ a Milano e ‘Al Vulcano’ a Genova. “I loro clienti hanno confermato l’efficacia del prodotto e si sono detti estremamente soddisfatti, così come i titolari delle pizzerie e i loro staff, per cui è ora imminente il suo ingresso sul mercato”, affermano gli ideatori.

Tutto è nato anni addietro dall’idea di un pizzaiolo di Saronno, Armando Rizzo, che era stufo di vedere i suoi ‘capolavori’ irrimediabilmente rovinati dal loro trasporto nella classica scatola di cartone. Anziché rassegnarsi e arrendersi a questa pratica diffusa e usata da decenni, ha pensato che dovesse esserci un modo migliore per far arrivare la sua pizza sulla tavola dei clienti. Dopo quattro anni, migliaia di prove e centinaia di prototipi, alla fine ha trovato la soluzione: un contenitore in polistirene alimentare impilabile che consente a ogni pizza di avere la giusta areazione, impedendo così la formazione della ‘condensa’, la causa principale per cui le pizze si bagnano, raffreddano e rammolliscono durante il trasporto nel cartone.

Inoltre, grazie al materiale utilizzato, è riciclabile al 100%, per cui molto più ecologico dei box in cartone che invece finiscono in discarica (700 milioni all’anno solo in Italia), e sicuro per la salute dei consumatori. Ma, nonostante la validità, questa idea rischiava di rimanere il classico ‘sogno nel cassetto’, se Armando Rizzo non avesse incontrato nel luglio 2015 due imprenditori genovesi, Mario Menzio e Jonny Lo Piscopo, esperti di innovazione e startup. Da questo incontro è nata, nel maggio 2016, la società Food delivery packaging srl, con sedi a Milano e a Genova, presso il Talent Garden – Parco tecnologico degli Erzelli, guidata da Mario Menzio, quale amministratore unico.

Grazie a una successiva raccolta fondi privati, che ha visto coinvolti una ventina di imprenditori e professionisti entusiasti di questa iniziativa, il sistema Vinni è ora realtà. Il progetto ha già ricevuto nei mesi scorsi diversi riconoscimenti. Infatti, è stato premiato da StartUp Initiative di Banca Intesa Sanpaolo, da Cna di Milano e ha ricevuto il Certificato di eccellenza dal bando europeo Sme Instrument Horizon2020, sino ad arrivare a oggi, con la scelta da parte di Nastro Azzurro per partecipare al crowdfunding su Eppela: http://eppela.com/vinnipizzabox.

Confidando nel buon esito di questa iniziativa e al contributo dei suoi sostenitori, l’obiettivo è quello di dare un’importante visibilità a questo progetto, affinché venga conosciuto e apprezzato dal grande pubblico e dalle più importanti pizzerie italiane. La campagna, partita il 7 maggio, avrà una durata totale di 40 giorni, con il traguardo di raccogliere dai 10.000 euro in su, con cui sarà finanziato e promosso l’evento di lancio, a fine giugno, a Milano.

Link dell’articolo: https://www.lavocedinovara.com/adnkronos/lavoro/startup-vinni-pizza-box-arriva-rivoluzionario-contenitore-per-asporto/